“In a nutshell” about Aurora -12d. Simulazione SuperTempesta solare OGGI

È in corso la migrazione dei post dal precedente blog; per vedere i post non ancora migrati visita la Presentazione. Grazie.

SE un “Evento di Carrington” più potente capitasse oggi – breve simulazione

La famosissima opera di Munch, “l’urlo”, mi sembra perfetta per l’occasione! Pensando ad un’immagine che “spaccasse” per la copertina, mia moglie ed io senza volerlo ci siamo sintonizzati sulla stessa idea.

clicca per ingrandire, click to enlarge

Come recita già il titolo, questa è solo una SIMULAZIONE, quindi lo ribadisco bene per evitare fraintendimenti o sbrigative letture che possono far partire per sbaglio il neurone del panico.

Questo post è diverso dagli altri della serie, perché anziché poco testo e tante foto, qui trovi dei piccoli racconti seguiti da poche foto.

Star Trek“: diario di bordo della flotta stellare

Ora che sai che cosa succede con una tempesta rara di potenza inaudita che esplode dal Sole ed è rivolta sfortunatamente verso il nostro pianeta, con l’angolazione giusta per colpirci seguendo le linee del campo magnetico solare, voglio portarti con me ad immaginare una simulazione realistica.

Non entrerò troppo nel dettaglio, non voglio scrivere il copione di un film apocalittico (ci vorrebbe altro che un post …), e non proverò neanche a raccontare lo scenario che ci sarà una volta che la Cme si è abbattuta sulla Terra, nei giorni successivi.

Mi basta provare a descrivere la differenza di reazioni, nelle primissime ore, di due tipi di persone:

una appassionata di astronomia, informata, che conosce tutti questi rischi e le tempistiche di un evento così eccezionale

clicca per ingrandire, click to enlarge

e uno che invece non sa niente di astronomia (persona comune, per comodità di visualizzazione in rosso)

>>> Entrambi in vacanza al mare per una settimana, con i rispettivi partner, mentre il figlio l’hanno lasciato dai nonni.

>>> Si trovano in spiaggia un pomeriggio, dopo una mattinata assolata, e si stanno rilassando sul lettino sotto l’ombrellone:

la prima (appassionata) controlla le notifiche dei gruppi di astronomia mentre sta progettando il prossimo post per il suo blog

il secondo (persona comune) si guarda sullo smartphone il video di una partita mentre chatta su WhatsApp con amici del proprio paese

Premessa 1: Il servizio Alert dei Centri Previsionali sullo Space Weather non è ancora in grado di fornire previsioni anticipate di nuovi Flare o Cme, ma di certo quando avvengono esplosioni che superano il livello di guardia, la reazione è immediata.

MOSWOC, Met Office Space Weather Operations Center clicca per ingrandire, click to enlarge

Premessa 2: in queste due ipotetiche settimane ci sono state parecchie esplosioni di medio-alta intensità sulla nostra stella, che non promettono niente di buono, anche se nessuna di queste così grave da mettere in reale allerta ufficiale il mondo scientifico-astronomico. D’altra parte il Sole periodicamente ha di questi periodi burrascosi (ciclo del Sole).

credit SDO/AIA clicca per ingrandire, click to enlarge

Quello che nessuno vorrebbe mai veder accadere, SUCCEDE proprio quel giorno, ALLE 17:45 di un pomeriggio estremamente caldo!

elaborazione digitale di Tiziana “Tirtha” Giammetta, credit photo reference NASA

17:45
messaggio di ALLERTA prioritaria!

Appassionata
Riceve la notifica Alert priorità assoluta del centro previsionale in tempo reale: una coppia Flare + Cme di intensità assurda, addirittura abbondamente superiore a quella che ha provocato l’Evento di Carrington, si è appena scatenata e neanche a farlo apposta è perfettamente orientata verso la Terra… si teme il peggio purtroppo!

clicca per ingrandire, click to enlarge

Persona comune
Che meraviglia, sole, mare, lettino, crema da sole, una bella coppa di melone ed anguria mentre segue la partita del cuore, e poi si prenota il ristorante di pesce per la serata…

17:47
2 minuti dopo, doccia fredda…

Appassionata
Sbianca in volto, gli occhi incollati su quel messaggio atroce ed impossibile !!! Non può essere vero, ma in cuor suo sa che LO È! Così come sa perfettamente che è una corsa contro il tempo, bisogna reagire veloci, TUTTO IL VANTAGGIO si gioca nelle prime ore! Con un gesto automatico quasi fosse un robot teleguidato da anni di esperienza e addestramento, fa partire il cronometro sul cellulare, e mentre nella sua mente si riorganizza all’istante la procedura d’emergenza con la sequenza di azioni da mettere in pratica, scuote il marito (che negli anni preventivamente aveva già istruito sulla remota possibilità di questo evento apocalittico) dicendogli la parola d’ordine, raccoglie in fretta e furia tutte le loro cose mentre chiama al telefono i loro cari.

Persona comune
Che meraviglia, sole, mare, lettino…

17:53
8 minuti dopo, radiazioni …

Appassionata
Raccolte tutte le cose, sempre controllando il cronometro che ha fatto partire, sapendo quindi benissimo cosa sta succedendo ora, circa 1.000 km sopra di loro… il marito si fionda a passo spedito verso l’albergo, mentre la nostra protagonista va diretta al primo bancomat e preleva immediatamente il massimo giornaliero prelevabile, e la stessa operazione la farà anche all’alba e poi all’apertura della banca cercherà di prelevare il massimo disponibile fino a quasi prosciugare il conto, tanto sa bene che già domani nel primo pomeriggio sarà il finimondo.

Persona comune
Che meraviglia, sole, mare, lettino…

18:05
20 minuti dopo, i protoni

Appassionata
Preparàti in fretta e furia i bagagli, chiudono il conto spiegando che purtroppo ci sono stati problemi a casa, salgono in macchina e partono senza ulteriore indugio. Il navigatore comincia già ad avere problemi, ha perso il segnale, e anche gli smartphone perdono la rete …

Persona comune
Mentre si stanno godendo il sole, il mare, il lettino, cominciano a circolare le prime comunicazioni dei telegiornali sulla tempesta in arrivo e le prime reazioni confuse e allarmate sui social. Stranamente gli smartphone hanno qualche problema di rete, le trasmissioni sono disturbate. All’inizio però i media perderanno tempo a modulare le notizie per evitare il panico, e così facendo creeranno confusione e bruceranno tempo prezioso, mentre la schiera di complottisti di tutti i generi non farà altro che gettare benzina sul fuoco e creare altra confusione.

18:17
30 minuti dopo, radiazioni e protoni stanno facendo i loro danni da fase 1

Appassionata
Perfettamente consapevole della corsa contro il tempo, la nostra protagonista ha lasciato istruzioni precise a casa, ai parenti e al figlio, sulle cose da comprare urgentemente o da predisporre, già preparate in passato in questa eventualità improbabile:

  • scorte di acqua in bottiglia
  • provviste in scatola e a lunga conservazione, abbondanti (scorte per mesi)
  • farmaci a lunga conservazione
  • fornelli a gas da campeggio con diverse bombolette di gas
  • scorta di candele, accendini, fiammiferi
  • lanterne a petrolio
  • sistemi per purificare l’acqua e fusti per la raccolta dell’acqua piovana
  • sistemi di energia alternativa
  • biciclette, pattini a rotelle, skateboard
  • attrezzi di sopravvivenza di base
  • taniche di carburante, per l’eventualità che nei giorni o settimane successivi sia possibile trovare una macchina funzionante

Persona comune
I telegiornali continuano a dare aggiornamenti confusi mentre il segnale è già piuttosto disturbato ma la gente comune sottovaluta il pericolo nonostante ci siano alcuni esperti che tentano di spiegare la gravità della situazione. La nostra coppia comune continua a pensare che sia l’ennesima bufala, mentre solo pochi si allarmano veramente, ma ovviamente non faranno mai in tempo a correre ai ripari per il gigantesco blackout che colpirà vastissime zone del territorio tra 18 ore circa.

21:17
3 ore e ½ dopo, la Cme è in viaggio e ci raggiungerà tra circa 14 ore

Appassionata
Raggiunto il figlio, i nonni, sentiti gli amici più cari, i preparativi procedono a pieno regime. La nostra famigliola abita in condominio al 4° piano e quindi prendono lo stretto e mirato necessario e si trasferiscono nella casa di campagna dei nonni, che si trova a piano terra. Ci si prepara al peggio!
Quando ci sarà il blackout che durerà per settimane o mesi, bruciati tutti i trasformatori, ci sarà pericolo anche per l’incolumità e la sicurezza personale, perché chi è preso dal panico tenterà di rubare risorse fondamentali nelle case altrui, e la criminalità sarà fuori controllo. Non sarà quindi un bello spettacolo cercare di sopravvivere nei centri urbani.

Persona comune
Comincia a diffondersi un generale senso di agitazione e preoccupazione per il blackout che dicono dovunque arriverà tra 17 ore, quando sparirà la corrente elettrica e chiuderà tutto… nel frattempo i navigatori hanno perso il segnale, anche gli smartphone funzionano solo a singhiozzo. La coppia torna in albergo e comincia a perdere la pazienza e a discutere su cosa sia meglio fare, se sia il caso o no di tornare a casa interrompendo la vacanza. I servizi in tv, disturbati, stanno inviando messaggi allarmanti alla popolazione. Finalmente, dopo aver cenato in albergo e con un certo nervosismo, la coppia decide di passare l’ultima notte in albergo e partire all’indomani in mattinata, tanto cosa vuoi che capiti mai, sarà tutto finito!

13:45 dell’indomani
20 ore dopo, l’oceano di particelle si abbatte imponente, sconfinato ed inarrestabile sulla magnetosfera terrestre

Appassionata
Tutta la famiglia, pronta, consapevole, al sicuro, attende i segnali. Fuori dalla finestra sul traliccio dell’alta tensione poco lontano c’è un esplosione con scintille dappertutto, la corrente si interrompe ma essendo giorno non ci si accorge più di tanto.
Normalmente, in una casa normale, la lampadina ad incandescenza in sala, lasciata accesa come messaggero, improvvisamente avrebbe aumentato la luminosità fino quasi ad accecare per poi tremolare e spegnersi inesorabilmente; gli elettrodomestici in casa, frigorifero, freezer, sveglie elettroniche avrebbero smesso di funzionare e anche la vecchia radio che stava emettendo un programma radiofonico musicale prima avrebbe emesso un fischio e poi si sarebbe spenta.
Ma non dimenticare che questa è la casa dei nonni addestrati dalla nostra appassionata. Preventivamente la corrente dal quadro elettrico di casa è stata staccata quindi non succederà niente di tutto questo, anche se a causa delle correnti indotte gli elettrodomestici potrebbero subire comunque danni.

È iniziato il lungo periodo della sopravvivenza!

Persona comune
La notte è piuttosto inquieta, si sentono rumori insoliti provenire dalla strada ma anche dai corridoi. Quando la mattina scendono per chiudere il conto si trovano una fila di altri ospiti dell’albergo che intendono fare altrettanto. A quanto pare c’è anche qualche problemino, ritardi e disturbi online che rendono le procedure più lunghe del solito, mentre voci di un grande blackout in arrivo continuano a serpeggiare. Il traffico sembra più nervoso del solito e vista la tensione che si registra nell’aria i nostri due decidono di fermarsi lungo la strada per pranzare e rilassarsi, ma al ristorante la tensione si taglia con un coltello e si sentono polemiche sul complotto del governo per fare del terrorismo con minacce alla popolazione.
I due finiscono di mangiare piuttosto scocciati e vanno a fare una passeggiata lungo mare per rilassarsi un po’ prima dell’ultimo pezzo di strada.
Lui guarda l’orologio, sono le 13:45 (!) …
… fanno per andare verso la macchina e improvvisamente dai lampioni a poca distanza provengono delle esplosioni che sparano scintille tutt’intorno con evidenti segni di scariche elettriche ad alto voltaggio. Cominciano a correre, entrano in macchina, girano la chiave, per un momento il quadro si illumina ma subito fa due lampeggi e poi muore.
Signore e Signori, è INIZIATO LO SPETTACOLO !

rappresentazione artistica clicca per ingrandire, click to enlarge

La coppia comune scoprirà prestissimo e amaramente cosa significa quando una tempesta stile Carrington si abbatte sulla Terra.

simulazione dell’Evento Carrington clicca per ingrandire, click to enlarge

Niente più luce, calore, gas, comunicazioni, elettricità, quindi niente cibo o acqua, niente più macchine, treni, metropolitane, aerei, navi per tutto il tempo fino all’eventuale ripristino.
Le macchine moderne computerizzate andranno completamente in tilt, solo le macchine più vecchie, quelle con componentistica base, e d’epoca ad esempio, avranno qualche chance di farcela: se qualcosa si brucia, c’è qualche la possibilità di trovare o avere un pezzo di ricambio da qualche parte che sostituito fa poi ripartire il mezzo, sempre che ci sia poi il carburante…

riassunto visivo di quanti servizi e comodità moderne andiamo a perdere clicca per ingrandire, click to enlarge

Il rientro a casa dai cari sarà un’odissea costellata di pericoli e disagi a non finire, compresa l’impossibilità di comunicare a distanza per sapere come stanno le persone che ami e quanto hanno bisogno di te.

Sarà come essere stati fiondati improvvisamente in un mondo post apocalittico, senza alcuna idea di quanto tempo ci vorrà per tornare alla cosiddetta normalità, e soprattutto obbligati a modificare il proprio stile di vita dalla modalità “vita” a quella “pura sopravvivenza”!

Bartertown, dal film “MadMax, Beyond Thunderdome

La notte si tingerà di un rosso intenso per giorni fino a basse latitudini, mentre il blackout generale piomberà le città nell’oscurità più cupa, tolta probabilmente una miriade di bagliori dovuti agli incendi scoppiati un po’ dovunque un po’ per gli sbalzi di tensione e un po’ per il caos nelle strade ...

in questa elaborazione digitale si vedrebbero

Morale della Favola

SCAPPA più in fretta che puoi, se sei una gazzella!

Ovviamente scherzo, scusa è stato più forte di me!

La parte finale l’ho messa giù un po’ dura, ma mi preme far notare la differenza tra i due tipi di reazione: capirai bene che in ogni caso è meglio diventare più consapevoli, per essere più preparati quando mai questo evento eccezionale dovesse capitare.
Un buon modo per iniziare è iscriversi ad esempio a qualche gruppo di Astronomia sui social e magari, quando possibile, partecipare a qualche splendido spettacolo presso un planetario.

Planetario Skyskan di Bari

Spero tu abbia gradito come questa simulazione abbia provato a farti capire i veri pericoli di un evento come quello descritto in questi episodi. Magari da oggi, soprattutto tu che te ne intendi poco guarderai con occhio diverso lo spazio, pieno di ammirazione ma anche del giusto timore che un luogo così sconfinato e violento deve provocare.

Arrivederci alla prossima ed ultima avventura di questa serie sulle Aurore.

Gli altri post della serie “In a nutshell” about Aurora:
– “In a nutshell” about Aurora – 0. Il Sole
– “In a nutshell” about Aurora – 1. Riconnessione Magnetica
– “In a nutshell” about Aurora – 2a. Flares vs CME: scontro di Titani
– “In a nutshell” about Aurora – 2b. Flares vs CME: scontro di Titani

– “In a nutshell” about Aurora – 3a. Campo magnetico terrestre
– “In a nutshell” about Aurora – 3b. Fasce di Van Allen
– “In a nutshell” about Aurora – 3c. Cometa, toroidi e particelle
“In a nutshell” about Aurora – 3d. radiazioni
“In a nutshell” about Aurora – 3e. radiazioni a confronto

“In a nutshell” about Aurora –3f. radiazioni e ISS
“In a nutshell” about Aurora -4. Cuspidi polari
“In a nutshell” about Aurora -5. Generatore aurorale

“In a nutshell” about Aurora -6. Altitudine e forme
“In a nutshell” about Aurora -7a. Colori, l’origine
“In a nutshell” about Aurora -7b. Colori, la magia
“In a nutshell” about Aurora -8. luminosità, movimento e calore
“In a nutshell” about Aurora -9. Curiosità
“In a nutshell” about Aurora -10. Suoni

“In a nutshell” about Aurora -11. Emozioni e considerazioni
“In a nutshell” about Aurora -12a. Tempeste solari
“In a nutshell” about Aurora -12b. Disturbi e danni da Flare
“In a nutshell” about Aurora -12c. Disturbi e danni da Cme
“In Nutshell” about Aurora -13a. Ambiente spaziale interplanetario

Link utili:
– “Cosa fare se si verifica un nuovo evento Carrington“, di Sand-rio, New Ice Age
– “Il Sole, assassino di mondi: i Flare e l’evento di Carrington“, di everyeye.it
– “Giorni di tempeste geomagnetiche“, dal blog Spazio, Tempo, Luce, Energia di Michele Diodati
– “I grandi eventi solari del passato: le tempeste di Halloween del 2003“, di Luca Spogli, INGV ambiente

| HOME |

Rispondi